Make your own free website on Tripod.com

 

INDEX TRENTO

 

MAMMA A TN

 

INDEX 1 TRENTO

 

PALAZZI TRENTO

 

GUERRA 1 MUSEO

 

GUERRA 2 MUSEO

 

 TORRE CIVICA 1

 

INDEX  1  TRENTO

 

 

 

 

 

 

ROVERETO- IL MUSEO STORIA ITALIANO DELLA GUERRA  right

A Rovereto ( TN )

LEGGENDE E TRADIZIONI

Il tesoro del Castello - Un forziere di monete d'oro e di gioie era stato nascosto dagli antichi castellani già prima dell'assalto di Venezia. Questa tradizione è molto antica se già nel 1473 c'era gente che si affannava a scavare tanto che il podestà Veneto, allora Bartolomeo Vadapesaro, processò e condannò 4 persone (poi liberate perchè avevano avuto già nel 1466, la licenza di scavare), ree di aver rovistato attorno al castello per cercare il tesoro nascosto.

 

 

I passaggi segreti - Gallerie sotterranee che collegavano il castello con diversissimi punti dela vecchia città; Porta della Scala, palazzo Pretorio, Torre Civica, Casa Nodari, Chiesa di San Marco, Castello di Lizzana, San Ilario. La tradizione trova i suoi fondamenti in quel labirinto di camminamenti e di passaggi sotterranei che caratterizzanoil castello, Comunque almeno due portavano fuori dal castello, verso Leno e in città; è il cunicolo detto di: < Tommaso del Murero.

I cannoni austriaci -  Il 4 settembre 1796, le truppe Repubblicane guidate da Napoleone Buonaparte, presero il castello, ma prima di abbandonarlo, gli Austriaci, gettarono nel pozzo d'assedio, i sei cannoni di cui la rocca era dotata. Invano si cercò di recuperarli, impossibilitato dalla mancanza d'aria sul fondo di detto pozzo.

Il castello dalle 100 finestre - Il castello che domina la città dall'alto della sua rupe, aveva cento finestre e altrettanto stanze tutto ciò a magnificare la grandezza e l'imponenza della rocca.

I gioielli della Contessa - Si racconta che una contessa tedesca in viaggio verso Roma sostò a Rovereto, ospite del capitano del castello. D'intesa con costui, nascose, non si precisano i motivi, i suoi gioielli nel pozzo Veneziano della corte. Negli anni Venti, il Cav. Giovanni Molfer fece svuotare il pozzo medesimo che fu trovato colmo di rifiuti (gli Austriaci avevano collocato le cucine militari nella corte). La cisterna, svuotata, fu trovata invece semicolma di conchiglie.

PALAZZO PRETORIO

 

TRIDENTUM PICTA ENIO HOME PAGE BACK  INDEX  1  TRENTO

 
  

  Return to Top    

Antonio@Enio